21 Apr LA TECNOLOGIA A SECCO… E’ FERTILE

Pur essendo il paese con le riserve di gesso maggiori d’Europa l’Italia è il minor utilizzatore pro capite delle lastre di cartongesso. Non c’è dubbio che la nostra tradizione architettonica sia principalmente legata all’uso della pietra, del cotto e del legno ma anche il gesso (solfato di calcio) è una risorsa naturale ed in questo momento storico può rappresentare una risorsa importante per il rilancio dell’edilizia nell’ottica della riqualificazione di quella esistente e della qualificazione ed espressione di quella moderna. La climatizzazione radiante a soffitto può contribuire a spingere in questa direzione anche se deve superare una ancora diffusa convinzione che l’impianto a pavimento sia la tipologia di pannello radiante più adatta per il riscaldamento. Man mano che il mercato scoprirà che invece è proprio il soffitto la sede ideale per la climatizzazione radiante, invernale ed estiva, potrà scoprire sempre di più anche i vantaggi della tecnologia a secco. L’Italia vanta già un’industria avanzata in questo settore e l’offerta di lastre è molto ampia e adatta ad una vasta gamma di applicazioni e soluzioni.

Questi meravigliosi cristalli gesso, che al loro interno contengono acqua cristallizzata, possono favorire la nascita di una nuova cultura del costruire da cui può trarre vantaggio tutto il settore delle costruzioni ed il benessere delle persone che le abitano.

2 Comments
  • Fabio Di Marco
    Posted at 18:30h, 08 aprile

    Cosa ne pensa dei pavimenti sopraelevati radianti che sono tra l’altro totalmente ispezionabili?
    Mi piacerebbe avere da lei considerazioni in merito.
    Grazie
    Cordiali Saluti

    • Roberto Messana
      Posted at 19:23h, 08 aprile

      Tecnicamente qualsiasi superficie può essere attivata energeticamente e con il progressivo sviluppo del radiante sempre più tipologie di finiture tendono ad offrire questa possibilità.
      L’attivazione dei pavimenti sopraelevati è fra le più recenti e può rappresentare una soluzione quando non si ha l’opportunità di attivare il soffitto che è la superficie radiante più performante per definizione. La suggerirei comunque se l’esigenza è il solo riscaldamento oppure per integrare il soffitto se per qualche ragione non fosse sufficiente.